1° Meeting Fiat 500 sui Nebrodi un grande successo

La manifestazione ha preso il via sabato alle 17 sul lungomare di Sant'Agata Militello, dove sono giunte le prime vetture, tra cui quelle dei Coordinamenti di Marsala, guidato dal referente regionale Lorenzo Ingrassia, Ragusa con il fiduciario Andrea Occhipinti,  Chiaramonte Gulfi guidato dal fiduciario Giuseppe Barresi e Caltanissetta con il fiduciario Giuseppe Falduzza, così gli abitanti del luogo hanno potuto assistere alla mostra statica delle bellissime Fiat 500. Ci ha onorato della sua presenza anche il proboviro del nostro Club, Antonio Erario di Torino, giunto in Sicilia in occasione del Meeting.
Alle 19 sfilando per le vie del paese ci siamo spostati al Castello "Gallego" di Sant'Agata Militello, risalente al 1660 e che prende il nome da Luigi Gallego, nominato Marchese e successivamente Principe di Sant'Agata. Il possente edificio sorge su una altura rocciosa, guardando da un lato il centro cittadino
e dall'altro un ampio arco di costa. Dopo la visita guidata, grazie all'aiuto del mio staff, abbiamo offerto un piccolo rinfresco nel cortile del castello. Sono venuti a farci visita anche il sindaco del Comune di Sant’Agata Carmelo Sottile, l’assessore Antonino Testa e la dirigente del Castello Gallego, che ho ringraziato con una targa ricordo per le autorizzazioni concesse e per la riuscita della manifestazione. Alle 21 ci siamo recati ad Acquedolci per un piccolo giro per il paese, con destinazione finale il Ristorante Pizzeria "La Cascina" (nostro Punto Amico); qui ho ricevuto da parte di Andrea Occhipinti e Giuseppe Barresi i particolari trofei del loro raduno svoltosi qualche mese prima.
Domenica 21 la manifestazione è ripartita alle 8:  si sono presentate 71 vetture, accolte dalla musica del Fiat 500 Club Italia grazie all'amplificazione offerta da Giuseppe Mirenda (mio zio) e Antonio Latteri. Abbiamo svolto le operazioni di iscrizione  con l'entusiasmo che ci connota e abbiamo potuto offrire una borsa contenente i ticket per la colazione, tre brochure che raccontano le tradizioni e la storia di San Fratello, gli adesivi del Fiat 500 Club Italia, l'adesivo del "I Meeting Fiat 500 sui Nebrodi", una bottiglietta d'acqua e infine un bellissimo diorama numerato che rappresentava un modellino di Fiat 500 con relativa scritta "FIAT" (realizzato a mano con l’aiuto di mio suocero, Antonio e dalla mia fidanzata Lucrezia).
In un battibaleno sono arrivati altri cinquini provenienti da quasi tutta la Sicilia e non solo (anche da Napoli), e i Coordinamenti di Palermo, guidato dal fiduciario Roberto Accurso, Cefalù con il fiduciario Francesco Ventura, di Messina (fiduciario Salvatore Papa), Messina Jonica (fiduciario Giuseppe Perez); presenti anche i presidenti di altri Club. Finite le iscrizioni e la colazione, verso le 11 siamo partiti attraversando per l'ultima volta le strade di Sant'Agata, arrivando poi a San Fratello; a seguire, un bel giro del paese, accolti con entusiasmo e gran curiosità dai residenti. Parcheggiate le vetture nella via principale del paese, ci siamo recati a visitare il Chiostro Francescano che fu costruito nel 1600, attiguo alla Chiesa Maria SS Assunta, e rappresenta una testimonianza dell'arte barocca siciliana. Parte integrante del convento è la celebre biblioteca comunale del 1500, che contiene circa 3000 volumi fra i quali rari e preziosi codici. L'arciprete Salvatore Di Piazza ha fatto da guida ai partecipanti, che hanno potuto ammirare la bellezza della Chiesa ed ascoltare la sua storia.
Al termine, aperitivo offerto dal Comune di San Fratello a cura del Bar Maggiore e la degustazione dei salami tipici della ditta Roccaforte di Manasseri Antonio, che ringrazio. Tornati in piazza, siamo stati accolti da una grande folla, tra cui il sindaco Mario Fulia, l’ex assessore Fortuna Cardali, il presidente del Consiglio Comunale Vittoria Liuzzo e l’assessore Antonella Carrini. Mi hanno ringraziato con una targa per l’impegno e la sensibilità dimostrata nella valorizzazione del territorio organizzando a San Fratello questo magnifico evento. Ho ricambiato consegnando una targa del nostro Club. Successivamente le auto sono partite per ammirare l’ampio panorama di San Fratello e dei suoi monumenti per poi spostarci tra la natura dei Nebrodi, dove ci aspettava il pranzo ricco di prelibatezze locali grazie al Ristorante "Il Cerro". Durante il pranzo abbiamo potuto godere anche di un ottimo intrattenimento musicale, tanta animazione e giochi di gruppo che hanno entusiasmato e coinvolto tutti i partecipanti a cura di Giuseppe Mirenda e Antonio Latteri. Premiati: la D del 1961 di Rinaldo Michele (500 più vecchia), il gruppo più numeroso (Coordinamento di Cefalù) e la 500 venuta da più lontano, quella di Stefano Cotugno da Napoli, che ha percorso più di 600 km con la moglie e il simpatico cagnolino. Ai fiduciari presenti è stata consegnata una tavoletta in legno con il logo del raduno in plexiglass ed il nome del proprio Coordinamento, ai presidenti di club una tarda ricordo, ad Antonio Erario e Lorenzo Ingrassia una 500 realizzata in polvere di marmo con targhetta nominativa. Premiato il mio staff per il grande impegno profuso, in particolare il meccanico Ciro Oriti per aver riparato alcuni cinquini che si sono trovati in panne durante la manifestazione, mio suocero Antonio Merlino per la collaborazione della parte tecnica, la mia fidanzata Lucrezia per la parte contabile e tutti gli altri: Cinzia, Marisa, Giovanni, Rosalia, Massimo, Antonio N, Antonella e Andrea per aver collaborato. Le sorprese non sono finite: lo staff ha premiato me con un altro modellino di 500 di polvere di marmo idea di Antonio Nese in segno dell'amicizia che ci unisce e anche una tavola in legno realizzata a mano da mio suocero dedicata alla mia 500 N del 1959.
Antonio Erario mi ha chiesto di donare una copia del suo libro sulle Abarth "Tutti gli scorpioni velenosi" al partecipante che avessi ritenuto più adatto e l'ho quindi consegnato a Salvatore Papa per la sua 595 SS. Un ultimo premio, un libro del Club, è stato dato al nuovo socio Antonio Muscarà per la velocità a riparare la sua My Car per essere presente al 1° Meeting sui Nebrodi.
Ringrazio per la collaborazione: le Amministrazioni dei Comuni di Sant'Agata e di San Fratello, tutti i ragazzi dello Staff, e gli sponsor: Lavorazione Ferro, Mazzurro Massimiliano, Sud Ricambi Capo D'Orlando, Autofficina Amata Sant'Agata Militello, Corpina e Lazzara Autocarrozzeria Torrenova, e un particolare ringraziamento alla PRI.S. AUTO di Sant'Agata che ci ha messo a disposizione la 500 di recente costruzione e sponsorizzato la presenza dell'emittente locale  “ONDA TV”, che trasmetterà il reportage di tutto raduno nel suo

Post popolari in questo blog

Antonio Mirenda, nuovo commissario di Registro

3° Raduno a Capo d'Orlando (ME) - Memorial Riccardo Crimi