3° Raduno a Capo d'Orlando (ME) - Memorial Riccardo Crimi

Si è svolto lo scorso 22 ottobre a Capo d’Orlando (ME) in concomitanza della festa patronale il 3° “Memorial Riccardo Crimi” a cinque anni dalla sua scomparsa.
Il Fiduciario Antonio Mirenda del Fiat 500 Club Italia Coordinamento dei Nebrodi in collaborazione con la famiglia Crimi hanno organizzato per il terzo anno di seguito il “ Memorial Riccardo Crimi “ una giornata all’insegna del ricordo in un'atmosfera di festa e allegria con sfilata ed esposizione delle 500, che tanto amava. La manifestazione ha visto la presenza di oltre 60 cinquini provenienti da tutta la Sicilia e anche dalla provincia di Reggio Calabria.
Il Sig. Riccardo era un grande appassionato della Fiat 500. Quando la sua malattia non gli permise più di guidare, decise di vendere la sua amata 500 e l'acquirente fu un signore tedesco di origini siciliane. Nella scorsa edizione, qualche mese prima del raduno, Antonio Mirenda insieme a Maria Ziino (moglie del Crimi), decisero di rintracciare il nuovo proprietario residente in Germania. Dopo varie ricerchelo trovarono e vollero spedire l'invito di partecipazione al Memorial.
Il Sig. Paparone Giuseppe accettò volentieri l’invito, ma il suo regalo più grande e più bello fu di far ritornare la macchina di Riccardo in Sicilia, solo per questo evento!

Qualche giorno prima dell'evento la super elaborata 500 di Riccardo arrivò in Sicilia e ci furono momenti di grande commozione da parte della moglie Maria. Anche quest'anno la mitica 500 di Riccardo, era presente al raduno col suo nuovo padrone Giuseppe e con una novità per il 3° Memorial: la 500 di Riccardo è stata esposta all'interno dell'enorme garage della famiglia Crimi insieme a tutte le sue collezioni di accessori storici che amava tanto.
La giornata è iniziata alle ore 08.00 in C.da Malvicino di Capo d’Orlando, presso l’abitazione della famiglia Crimi. Grandissima emozione è stata per me vedere l’arrivo di così tante 500 tirate a lucido e posizionate lungo tutta la via: ma soprattutto era palpabile l’affetto che legava i 500isti con il Sig. Crimi. Si vedeva e percepiva la gioia dei partecipanti al momento dell’incontro con la moglie. Una volta arrivati i partecipanti dopo aver completato le iscrizioni per il pranzo e la consegnata la busta del club contenete gadget offerti dalla fam. Crimi, gli iscritti avevano la possibilità di rifocillarsi grazie ad una ricca colazione offerta dalla collaborazione del Bar Sole e Morosito caffè.
Alle ore 10:30 circa, terminate le iscrizioni, si partiva in marcia alla volta del cimitero per dare un saluto alla tomba di Riccardo.
Alle ore 11.15 circa la carovana delle piccole 500, con in testa la vettura appartenuta a Riccardo, entravano trionfalmente con colpi di clacson e rombi dei motori nel nuovo porto di Capo d’Orlando inaugurato ad inizio estate. Una location suggestiva che molti partecipanti hanno definito la “piccola Montecarlo”. A
nche in questa occasione le 500 venivano posizionate in maniera tale che tutti i visitatori potessero ammirare e fotografare la bellezza di queste auto. Grazie ad un clima quasi primaverile l’esposizione ha regalato un non so chè di magico.
Devo confessarvi che da qualsiasi punto guardavate l’esposizione delle 500, da vicino o lontano, dalla banchina dei vari moli o dall’alto (dalle terrazze ricavate dagli edifici del porto) non c’erano parole per poter esprimere la bellezza ed il colpo d’occhio che creavano.
Si ringrazia la responsabile della Capitaneria di Porto di Capo d'Orlando Enza Di Raimondo e Gianfranco Casubolo, per aver concesso d’ esporre le vetture e rendere questo memorial ancora più bello.
Durante l’esposizione delle vetture la rete televisiva regionale Onda Tv ha intervistato i partecipanti e trasmesso in onda il raduno.
Alle ore 13.00 il corteo delle 500 lasciava il porto di Capo d’Orlando passando per le vie principali del paese alla volta di Acquedolci ove si trovava il ristorante La Cascina. Durante il pranzo siamo stati allietati dall’animazione del coordinamento dei Nebrodi e dallo staff tutto, prima di iniziare con il pranzo ha preso la parola la moglie del Sig. Crimi che lo ha ricordato e descritto con una semplicità unica che ha permesso a chi come me non lo conosceva, di aver l'impressione di averlo conosciuto. Ha poi preso parola anche Antonio Mirenda con gran sorpresa in collegamento telefonico con il Presidente fondatore Domenico Romano del Fiat 500 club Italia.
Dopo il taglio della torta si è provveduto a ringraziare tutti i partecipanti per la loro presenza, una targa è stata consegnata ai fiduciari Enzo Polimeni del coordinamento di Reggio Calabria, Francesco Vendura del coordinamento di Cefalù e i presidenti di club Rosario Marino e Antonio Mirici.
Un ringraziamento particolare e un plauso và alla famiglia Crimi e allo staff del coordinamento Nebrodi i quali hanno lavorato “dietro le quinte” per preparare l’evento oltre che ad accogliere all’arrivo i partecipanti, montare e smontare le varie attrezzature, seguire e dare informazioni ai partecipanti, collocare in maniera appropriata le 500 sia all’arrivo in c/da Malvicino sia al porto.                                                                      
Loris Dario Marogna (pubbliche relazioni del Coordinamento dei Nebrodi del Fiat 500 Club Italia) 








Commenti

Post popolari in questo blog

Antonio Mirenda, nuovo commissario di Registro